Fatta la legge, Trovato l'inganno - Spettacolo Teatrale

Fatta la legge, Trovato l’inganno – Spettacolo Teatrale

Aggiunto da robert.rivera

Categorie: Teatro

Piazza della Libertà, 19 Gaeta

Follow:

Contatta Organizzatore Evento

Contatta Organizzatore Evento

Per chiedere informazioni su questo evento, compilare il modulo sottostante per inviare un messaggio all'organizzatore dell'evento.


Vi aspettiamo con tanta voglia di divertirVi e regalare emozioni……..

“Nella totale perdita di valori della gente, il teatro è un buon pozzo dove attingere”. (Gigi Proietti)

Note di Regia
Passione, rispetto e una irrefrenabile voglia di stare insieme sono gli ingredienti segreti per la ricetta della “Ribalta”. Nuovi amici si sono aggiunti al gruppo dei, per usare un termine calcistico, “senatori” e subito la magia si è rinnovata nuovi e meno nuovi, ci siamo ritrovati a ridere e (speriamo) a far ridere in situazioni di vita sempre attuali.
Perché come si sa la vita è nel bene e nel male il palcoscenico sul quale ognuno di noi recita la sua storia.
Ringiovanita nel testo ma non nella sostanza, la commedia scritta da Amendola e Corbucci molti anni fa, tratta tematiche mai risolte e quindi prepotentemente attuali.
L’azione si svolge interamente nello studio dell’avvocato Scognamiglio e copre un lasso di tempo relativamente breve.
Poca fortuna nel lavoro, differenze tra nord e sud, privilegi di casta, amori non corrisposti, permessi di soggiorno in scadenza e tanto altro ancora sono gli elementi tragicomici che rendono questa “piece” frizzante e divertente.

**************************************

Mario Amendola (1910 – 1993)

Iniziò la sua carriera nel 1931 come scrittore di riviste di avanspettacolo, ottenendo grande successo alla fine degli anni trenta con le riviste di Macario e Wanda Osiris (tra i suoi titoli, Tutte donne meno io, Febbre azzurra, Follie di Amleto, Le educande di San Babila, L’uomo si conquista la domenica). Proseguì la sua carriera accanto a Macario e scrisse riviste per Carlo Campanini, Totò, Walter Chiari, Beniamino Maggio, per poi passare alla regia nel 1949.
Autore infaticabile, diresse 37 film, soprattutto di genere comico, e collaborò a innumerevoli sceneggiature, commedie teatrali e show televisivi popolari. Fece spesso coppia con Ruggero Maccari e poi con Bruno Corbucci, assieme a cui costituì un ferreo sodalizio. I due diedero vita al popolare personaggio di Nico Giraldi, verace ed astuto ispettore di polizia interpretato daTomas Milian e protagonista di undici film.
Era zio dell’attore e doppiatore Ferruccio Amendola e del compositore Federico Bonetti Amendola.

Bruno Corbucci (1931 – 1996)

Fratello di Sergio Corbucci, inizia come sceneggiatore di film, soprattutto comici, con Totò, e questa sua vocazione lo seguirà lungo tutta la carriera.
Il suo esordio da regista avviene negli anni sessanta, debuttando con i film James Tont operazione U.N.O. e James Tont operazione D.U.E. – entrambi parodie del famoso agente 007 con Lando Buzzanca – passando per l’italowestern con Spara, Gringo, spara (1968). La fama arriva con la serie di film poliziotteschi del maresciallo Nico Giraldi interpretati da Tomas Milian.
Tra i suoi film più conosciuti vi sono quelli girati con Bud Spencer quali Cane e gatto (1983), Miami Supercops – I poliziotti dell’8ª strada (qui in coppia con Terence Hill) (1985) e Superfantagenio (1986).
In seguito si dedica alla televisione, dove è autore di sceneggiature (Il teatro dei ragazzi, 1958) e serie televisive (Classe di ferro, 1989, e Finalmente venerdì, 1989).

Lascia il tuo commento

Rispondi

Vantage Theme – Powered by WordPress.
Vai alla barra degli strumenti